Ambiente Diritti Uguaglianza

L’attenzione alle piccole cose fa la differenza tra l’essere dei governanti ed essere dei buoni governanti. Lasciare a piedi lo #sport in questo periodo storico dimostra la scarsa attenzione alle piccole cose. Per settimane abbiamo sentito dell’importanza di fare ripartire lo sci alpino, tanti proclami, leggi ad hoc, prime pagine e poi… Il nulla, nessun risultato. Assistiamo all’ennesima sconfitta dello sport di questi ultimi anni. Sconfitta che fa il paio con l’incuria negli appalti pubblici, le manutenzioni mai effettuate, le carenze dovute alla mancanza degli impianti. E chi ci rimette?Chi perde, una volta di più, sono i ragazzi e le ragazze.

Giovani atleti che ogni giorno dedicano loro stessi all’attività che hanno scelto. Sappiamo che gli atleti sanno anche perdere, fa parte della loro vita sportiva, ma perdere in gara, non perchè lasciati a piedi. Trasformare il Palaindoor in #Palavaccini è ancora una volta prendere in giro tutti quelli che credono nello sport, atlete/i, tecnici/he, dirigenti e volontari/e. I soldi per il CPI (certificato prevenzione incendi) del Palaindoor sono stati stanziati dalla Giunta comunale precedente, la giunta nuova aveva prolungato di tre mesi la chiusura per non buttare fuori le associazioni sportive, il Consiglio Regionale una settimana fa ha votato all’unanimità una risoluzione per trovare delle soluzioni e dopo pochi giorni, la Protezione Civile scavalca tutti decidendo che il Palaindoor è l’unico posto per fare i vaccini di massa? La Protezione civile non si raccorda con nessuno? NO, è sotto la Presidenza della Regione, si sono dimenticati di parlarsi?

Davvero le migliaia di metri quadri vuoti alla Pepinière non possono essere convertiti negli stessi tempi del Palaindoor, davvero tutte le tensostrutture (giocoforza inutilizzate) non possono essere utilizzate? Lo sport TUTTO è allo stremo e necessità di essere sostenuto, non sminuito. I nostri ragazzi hanno bisogno di alimentare i propri sogni e la propria socialità, non essere sempre relegati a reietti della società.

Adu Vda sarà al fianco delle associazioni e delle atlete e degli atleti nel sit-in di domani, venerdì 5 febbraio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter